Azione 1.D Credito ai piccoli pesci

Descrizione dell’azione

L’azione si concretizza nella costituzione di un fondo per il microcredito e piccoli investimenti, attuabile grazie alla presenza nel partenariato di un soggetto iscritto all’elenco degli operatori di microcredito ex art. 111 TUB tenuto da Banca d’Italia e, quindi, in grado di erogare microcredito in accordo alla normativa vigente (decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del17 ottobre 2014, n. 176).

Con l’Azione “Credito ai Piccoli pesci” si vuole dare spazio alle iniziative correlate alla pesca per le quali sono necessari investimenti di piccola entità, facilmente controllabili e valutabili grazie alla caratteristica di “prossimità” fra beneficiari e soggetto gestore dell’iniziativa. Il fondo di microcredito permetterà di attuare e integrare la strategia del FLAG rispetto agli obiettivi di potenziamento e diversificazione produttiva, facendo nascere nuove imprese e rendendo più efficienti e produttive le imprese esistenti.

Le necessità da cui trae origine l’azione

L’azione nasce dall’esigenza, riscontrata nei passati anni di crisi e confermata durante gli incontri territoriali per la progettazione partecipata, di dotare il settore di uno strumento di accesso al credito che permetta di finanziare iniziative portate avanti da soggetti non bancabili.

Tempistica L’azione avrà luogo dal 3° trimestre del 2017 fino al 4° trimestre del 2019 (30 mesi).

Budget La spesa prevista è di 100.000 euro. L’intervento non graverà sul FEAMP fino a quando non sarà conclusa la procedura nazionale di attivazione degli strumenti finanziari, come previsto nel Reg.UE 1303/2013 e nel Reg. UE 508/2014. 


Scroll to Top