Presentazione BLUE ISLANDS ai ragazzi dell’Istituto IANAS di Tortolì

28 Novembre 2019

É stato presentato, martedì 26 novembre, ai ragazzi dell’Istituto IANAS Ipsia Agrario Nautico Alberghiero Sociosanitario il progetto Blueislands.
L’evento, realizzato in collaborazione con la Regione Autonoma della Sardegna, partner del progetto, affronta i temi della gestione sostenibile dei rifiuti nelle aree costiere.

Dopo una breve presentazione del progetto e dei risultati ottenuti dai vari partner in questi due anni di attività c’è stato spazio per la presentazione di alcune realtà locali che si sono distinte per buone pratiche: 

  • Il Comune di Tortolì firmatario, insieme al FLAG Sardegna Orientale, a  maggio 2019 della Charter of Commitments for Sustanaible Material Resources Management and Circular Economy nell’ambito del progetto BLUE ISLANDS e URBAN-WASTE. La Charter of Commitments rappresenta un manifesto rivolto alle autorità locali e regionali che prendono l’impegno di adattare il proprio settore turistico alle capacità ambientali specifiche dell’area di interesse e di sviluppare ulteriormente e arricchire la loro offerta turistica con strategie e misure eco-innovative che rendano il turismo più sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Si tratta di una dichiarazione, non vincolante, di intenti che ha come finalità quella di adattare il settore turistico alla capacità ambientale delle aree di interesse, sviluppando delle strategie volte a ridurre e gestire i rifiuti prodotti dai turisti e dai servizi turistici. Si pone quindi l’obiettivo di concretizzare una visione condivisa di turismo sostenibile e verde, instaurando una rete di cooperazione a lungo termine tra le aree, le isole, le città e le regioni turistiche.
  • I rappresentanti dell’Associazione Vele Corsare, della Mondomarearbatax – Mediterranea Diving Club, dell’associazione Arbatax Profondo Blu e del Club Diportisti Arbatax hanno raccontato la loro esperienza di Clean Up Arbatax – una giornata ecologica organizzata, in collaborazione con l’Arbatax Park Resort e con il patrocinio del Comune di Tortolì, lo scorso 15 settembre nelle spiagge di Porto Frailis e Cala Moresca. L’iniziativa, accolta con grande successo anche dagli ospiti delle strutture ricettive dell’Arbatax Park Resort, ha prodotto grqandi risultati: ben 61 sacchi di rifiuti raccolti per un totale di circa 400 kg.
  • Infine, le proprietarie del NASCAR HOTEL di Santa Maria Navarrese hanno dimostato ai ragazzi come una gestione responsabile e sostenibile delle risorse utilizzate nella loro attività rappresenti un importante fattore di competitività. L’hotel ha la certificazione Ecolabel importante riconoscimento che testimonia come la struttura si impegni a operare scelte ambientalmente consapevoli e affidabili quando acquistano.

IL PROGETTO BLUE ISLANDS

Il progetto BLUEISLANDS mira a individuare, affrontare e ridurre gli effetti della variazione stagionale dei rifiuti prodotti nelle isole del Mediterraneo come conseguenza del turismo.

Migliorando le conoscenze sui flussi di rifiuti, sviluppando linee guida comuni e migliorando le sinergie tra le comunità delle isole MED, il progetto BLUEISLANDS mira ad alimentare i cicli locali della circular economy e promuovere modelli turistici sostenibili.

La regione mediterranea è una destinazione turistica leader a livello mondiale. In estate, a causa dei flussi turistici, le isole del Mediterraneo ospitano una popolazione molto più numerosa rispetto al resto dell’anno.

Ciò è vantaggioso per le economie locali, ma determina anche una grande pressione sulle infrastrutture presenti, in particolare sui sistemi di gestione dei rifiuti. BLUEISLANDS affronterà le sfide comuni che devono fronteggiare le isole MED, quali:

  • i limiti strutturali dei territori circondati dal mare, in termini di risorse e gestione dei rifiuti;
  • la conoscenza parziale della variazione stagionale della produzione di rifiuti;
  • la mancanza di piani strategici per promuovere il turismo sostenibile.

PRESENTAZIONE_BLUEISLANDS

 

Scroll to Top