Progetto FLAG dei Giovani. Concluse le visite guidate

22 Maggio 2019

Si  è conclusa la seconda fase dell’azione FLAG dei Giovani.

Dopo un primo ciclo di attività in aula, svolte tra febbraio e marzo, gli studenti son stati coinvolti nelle visite alle aziende di pesca dell’area FLAG SO, in compagnia dei pescatori.

Durante le visite guidate, che si son tenute tra l’8 e il 21 maggio in diverse località dell’area del FLAG SO, i ragazzi hanno potuto conoscere da vicino il mestiere del pescatore: dalle attrezzature utilizzate, alle tecniche e procedure necessarie per acquisire prodotti di qualità, passando per la ricchezza ambientale e floro-faunistica delle lagune e dell’area costiera, esplorando così un mondo che resta per lo più ancora oggi sconosciuto agli occhi della comunità.

Il primo dei quattro incontri si è svolto il giorno 8 maggio a Tortolì, con i ragazzi della 4A dell’ITI i quali, partiti dal porto di Arbatax con la Christian I, una barca dedicata al pescaturismo, hanno avuto modo di scoprire come funziona la pesca a mare grazie ai racconti di Giuseppe e Raffaele Romano. Successivamente, il gruppo si è spostato sulla Foce del Rio Pramaera dove, guidato da Adriano Deiana, pescatore di professione, ha imparato a riconoscere le specificità della flora e della fauna dello stagno.

Il secondo incontro si è svolto il 10 maggio tra Orosei e Siniscola: i ragazzi delle 3A e B dell’indirizzo Nautico dell’Istituto M.Pira di Siniscola hanno visitato la Cooperativa il Risveglio presso il compendio ittico Cedrino-Avalè su Pedrosu a Orosei, in cui hanno avuto modo di conoscere l’allevamento di molluschi in laguna grazie a Giacomo Contu e ai pescatori della Cooperativa. Gli studenti si sono poi spostati presso il porto de La Caletta di Siniscola, per un’uscita sull’imbarcazione di pescaturismo di Giovanni Vitiello pescatore della cooperativa Pesca e Turismo della Caletta, durante il quale sono state recuperate le nasse a mare per la pesca delle murene.

Il 13 maggio si è svolta la visita guidata dei ragazzi del nautico dell’Istituto IANAS, presso la Cooperativa Pescatori di Tortolì, una delle realtà alieutiche più importanti in Ogliastra. Dopo aver visto da vicino la coltivazione delle ostriche in laguna insieme a Donatella Contu e aver provato con mano il processo di pulizia dei molluschi, i ragazzi hanno assistito alla cattura dei muggini e ad un video informativo sul processo di produzione artigianale della bottarga.

Infine, il 21 maggio è stato organizzato l’ultimo dei quattro incontri nel territorio, con una visita guidata presso la cooperativa Pescatori Feraxi, che svolge attività di pesca e di molluschicoltura. Dopo una spiegazione in loco sul funzionamento dei lavorieri e sui processi di coltivazione dei molluschi, insieme a Gian Piero Cuccu, la visita si è conclusa con una breve sosta all’ittiturismo con alcune informazioni sulla trasformazione del pescato.

Il progetto FLAG dei Giovani si concluderà a giugno, con l’assegnazione dei premi previsti dal Concorso di idee “Allarghiamo le reti: progetta un nuovo modo di comunicare la pesca nel tuo territorio” indirizzato alla promozione del territorio e del settore della pesca.

IL PROGETTO FLAG DEI GIOVANI

L’attività Fai l’Azione Giusta! si rivolge agli alunni degli istituti scolastici delle aree territoriali del FLAG Sardegna Orientale: Baronia, Ogliastra, Sarrabus e Cagliari.

Gli obiettivi del progetto sono molteplici, ma in particolare si concentrano su sensibilizzare i giovani sui mestieri della pesca e dell’acquacoltura, sul recupero delle antiche tradizioni sulle tematiche della sostenibilità ambientale e incentivare il dialogo inter-generazionale.

Le attività previste dal FLAG dei Giovani si svolgono sostanzialmente in tre incontri: due giornate laboratoriali in classe sulle tematiche della pesca e dell’acquacoltura, della comunicazione e della promozione dell’area e delle aziende ittiche che vi lavorano e una giornata dedicata a una visita guidata nelle aziende ittiche locali.

Per tutta la durata del progetto sarà attivo il concorso di idee “Allarghiamo le reti: progetta un nuovo modo di comunicare la pesca nel tuo territorio”che implicherà l’utilizzo delle conoscenze acquisite durante i laboratori e le visite.

IL FLAG SARDEGNA ORIENTALE

Il FLAG Sardegna Orientale, noto anche con il nome GAC Sardegna Orientale (nato nel 2010 grazie al Fondo Europeo per la Pesca 2007-2013) si distingue sempre nell’impegno attivo nel campo della sostenibilità ambientale e dello sviluppo socio-economico del territorio costiero e in particolare della comunità della pesca. L’area di riferimento del FLAG ricopre una vasta porzione di costa sarda che va da Posada fino a Cagliari. Attualmente, il FLAG è destinatario dei nuovi finanziamenti del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca – FEAMP 2014-2020 – per lo sviluppo del settore ittico e turistico e partner di progetti sul potenziamento delle competenze finanziati dal Fondo Sociale Europeo.

Per maggiori informazioni è possibile scrivere a info@flagsardegnaorientale.it, visitare la pagina Facebook “FLAG Sardegna Orientale” (@flagsardegnaorientale), il profilo Instagram flag_so o il sito web www.flagsardegnaorientale.it

 

Scroll to Top